Olimpiadi

 

Dal 2008 la SAIt, su incarico del MIUR, gestisce in collaborazione con l’INAF le Olimpiadi Internazionali di Astronomia. Le Olimpiadi consistono in una serie di attività che, attraverso la competizione, offrono agli studenti delle scuole italiane un’occasione di confronto con altri ragazzi che condividono l’interesse e la passione per l’astronomia. La partecipazione è aperta a tutti gli studenti delle scuole italiane senza distinzione di nazionalità o cittadinanza. Sono previste 3 categorie:

Categoria Junior 1: studenti del terzo anno Scuole Secondarie I Grado;

Categoria Junior 2: studenti con età compresa tra 14 e 15 anni;

Categoria Senior: studenti con età compresa tra 16 e 17 anni.

 

La competizione si svolge in tre fasi successive:

Ø Preselezione: questionario da svolgere a scuola

Ø Gara Interregionale: risoluzione di problemi

Ø Finale Nazionale: risoluzione di problemi + prova pratica

 

Si tratta di uno degli impegni più importanti della Società e contemporaneamente uno di quelli che hanno fornito maggiori soddisfazioni perché i nostri ragazzi hanno sempre ottenuto buone, e a volte ottime, qualificazioni, arrivando in alcuni casi alla medaglia d’oro. Un dato molto significativo, legato a questi risultati, è la partecipazione, che è passata da poche centinaia a circa diecimila iscritti nel 2020.

Una constatazione che gli organizzatori hanno dovuto fare fin dall’inizio della partecipazione alle gare olimpiche è che i programmi scolastici italiani non favorivano i nostri ragazzi in quanto l’astronomia come tale non era - e non lo è tuttora - considerata materia curricolare. Di conseguenza, per mettere gli studenti italiani in grado di confrontarsi con giovani di Paesi nei quali la competizione è la regola e nei quali lo studio dell’astronomia è previsto nei loro programmi scolastici come materia specifica, la SAIt e l’INAF si sono organizzate. Hanno così realizzato raccolte di esercizi con i quali gli studenti hanno la possibilità di misurare le loro abilità e soprattutto hanno organizzato degli stage estivi di approfondimento per la squadra che parteciperà alle fasi internazionali finali.

È facile comprendere che il numero di partecipanti alle selezioni e il livello elevato delle fasi internazionali richiede l’impegno di diecine di persone che organizzano le gare e la disponibilità di tante strutture dell’INAF che svolgono una vera e propria attività di volontariato culturale a vantaggio dei ragazzi del nostro Paese. Questo impegno è stato sempre ripagato dalla loro risposta che, a volte, è stata straordinaria come è capitato nella XXI edizione, che ha visto la nostra squadra aggiudicarsi una medaglia d’oro, due di bronzo e due diplomi speciali!